Home » » Rifiuti Casale Bussi, il sindaco Caci: ''I comuni valutano il ricorso al Tar''

 

Rifiuti Casale Bussi, il sindaco Caci: ''I comuni valutano il ricorso al Tar''

Presa di posizione del primo cittadino di Montalto di Castro contro l’aumento retroattivo delle tariffe disposto dalla Regione Lazio

MONTALTO DI CASTRO - Con la recente pubblicazione della determina regionale n. G11012 del 5 settembre 2018, la Regione Lazio ha disposto l’aumento retroattivo delle tariffe di conferimento dei rifiuti presso l’impianto Tmb di ''Ecologia Viterbo'' sito in Casale Bussi.

«Ho chiesto agli uffici tecnici - dichiara il sindaco di Montalto di Castro, Sergio Caci - di esaminare il provvedimento e mi è stata sollevata qualche perplessità, cosicché insieme agli altri colleghi sindaci della provincia di Viterbo, mi sono immediatamente attivato ed ho interpellato l’avv. Angelo Annibali, dello Studio Aor Avvocati di Roma, al fine di approfondire la questione dal punto di vista giuridico, per verificare l’eventuale presenza di profili di illegittimità del provvedimento. (agg. 08/10 ore 10.35) segue

"PREOCCUPA L'ASPETTO FINANZIARIO DELLA VICENDA". «Tralasciando le questioni penali che hanno interessato il sito, per le quali è in corso il relativo giudizio – aggiunge Caci - ciò che ci preoccupa in questa sede è l’aspetto finanziario della vicenda. Non dimentichiamoci, infatti, che l’aumento delle tariffe disposto dalla Regione ha efficacia retroattiva a partire dal 1 gennaio 2009. Aspetto questo che andrà ad incidere, con impatto di non poco conto, sui già martoriati Bilanci dei nostri comuni. Il tutto a discapito dei servizi erogati ai cittadini, visto che le entrate quelle sono. E questo noi sindaci non possiamo permettercelo! O quantomeno dobbiamo essere certi, prima di pagare, della legittimità dell’operato della Regione Lazio». (agg. 08/10 ore 11)

L'IMPUGNAZIONE DELLA DETERMINA. «Sono già 10 i Comuni che hanno manifestato la volontà di impugnare la determina – conclude Caci - laddove ne ricorrano i presupposti. Oltre a Montalto, infatti, ho ricevuto l’okay da Tuscania, Bolsena, Soriano nel Cimino, Bomarzo, Nepi, Bassano in Teverina, Vasanello, San Lorenzo Nuovo e Tessennano. Invito tutti gli altri Comuni della provincia, interessati dal provvedimento della Regione, a contattarmi ed unirsi a noi in questa battaglia a difesa dei cittadini che amministriamo». (Agg. 08/10 ore 11.30)

(08 Ott 2018 - Ore 10:35)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy