Home » » Maltrattamenti a scuola: rinviata l’udienza

 

Maltrattamenti a scuola: rinviata l’udienza

Fiumicino. Il processo alle maestre, che ufficialmente ha preso il via il 18 novembre del 2019, ha subito uno stop a causa dell'assenza del giudice competente. Le indagini da parte degli investigatori erano scattate nella primavera del 2019 dopo la denuncia presentata dai genitori di un bambino che mostrava un atteggiamento aggressivo e che si rifiutava di andare all’asilo

FIUMICINO - Udienza rinviata quella che si doveva tenere lunedì al tribunale di Civitavecchia, al processo a carico delle due insegnanti di un asilo di Fiumicino accusate di violenze e maltrattamenti, fisici e psicologici, sui piccoli alunni. Il processo, che ufficialmente ha preso il via il 18 novembre del 2019, ha subito uno stop a causa dell’assenza del giudice competente. Ottemperate le procedure di rito, agli avvocati delle parti, ai genitori delle vittime e ai testimoni presenti è stata confermata la data della prossima udienza per il 2 marzo 2020, in cui saranno ascoltati anche gli “operanti”, ovvero gli uomini delle forze dell’ordine che hanno indagato sul caso. Dopo l’udienza del 2 marzo, le successive date del processo, come già fissate nell’udienza di apertura del processo, sono il 4 maggio e il 15 giugno.
L’INDAGINE L’indagine, che ha portato in tribunale le due insegnanti, fanno sapere gli agenti di Polizia, nasce dalla denuncia dei genitori di un piccolo alunno che avevano notato nel figlio, da alcuni mesi, chiari segni di disagio, paura di andare a scuola, scatti d’ira, pianto e aggressività. Secondo quanto emerso, le due maestre, durante le ore di scuola avrebbero maltrattato i piccoli studenti con minacce, continue grida e costrizioni, insieme a insulti e a punizioni, come quella dell’obbligo di rimanere per lungo tempo immobili, seduti con la testa poggiata sul banco, senza poter fare il minimo gesto o emettere suono. Alcuni bambini sarebbero stati isolati dal resto della classe e “confinati” dietro la cattedra, mentre in altre occasioni, una delle maestre avrebbe usato le mani di uno dei piccoli per colpirne un altro, incitandolo poi a rispondere “più forte”, in un agghiacciante esempio di reazione “occhio per occhio, dente per dente”.
Le due donne non si sarebbero fermate neanche di fronte al pianto di alcuni di loro, e agli inutili tentativi dei piccoli di fuggire dall’aula, sarebbero stati avvicinati, sollevati di peso, strattonati e trascinati da una parte all’altra della stanza. 
Per tali condotte, documentate dagli investigatori anche attraverso sistemi di intercettazione audio-video, il Gip del Tribunale di Civitavecchia, nel mese di giugno, ha disposto il provvedimento cautelare.

(22 Gen 2020 - Ore 08:21)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy