MARTEDì 18 Febbraio 2020 - Aggiornato alle 00:29

Home » » Endoscopia, Dimito torna in corsia

 

Endoscopia, Dimito torna in corsia

Il medico di nuovo alla guida delle Uoc di Civitavecchia e Bracciano. Un reparto che macina numeri da capogiro: un fiore all’occhiello.

CIVITAVECCHIA - Giuseppe Dimito torna alla guida della Uoc di Endoscopia della Asl Roma 4. Dopo circa 6 mesi di assenza per gravi motivi di salute il medico torna a reggere le redini di un reparto che è un fiore all’occhiello per l’azienda sanitaria con le due sedi di Civitavecchia, al quarto piano dell’ospedale San Paolo, e di Bracciano, al Padre Pio.

«Abbiamo implementato diverse tecniche endoscopiche - ha spiegato Dimito - di diagnosi e cura che ci permettono di coprire il 100% delle necessità dei pazienti. Devo dire che in questo periodo è aumentato anche il numero di medici che afferiscono l’unità operativa di Civitavecchia. Oltre a me ci sono il dottor Gianfranco Fanello e il dottor Alessandro Borrello e stiamo viaggiando a vele spiegate». Ora che il personale è al completo si pensa anche al potenziamento della Uoc di Bracciano dove a breve dovrebbe arrivare una nuova unità. «Abbiamo ripreso - ha continuato il responsabile della Uoc - a lavorare a pieno ritmo sul programma di screening del cancro colon rettale, sulla terapia della patologia biliare da affrontare endoscopicamente e la preparazione dei pazienti all’eventuale intervento chirurgico».

Dimito è tornato alla guida dell’Endoscopia con le migliori intenzioni e ora «siamo pronti a muovere nella maniera più completa. Una volta tornato al comando - ha aggiunto il medico - tutto si sta normalizzando». Un reparto che macina numeri da capogiro e sempre in crescita di anno in anno. «Viaggiamo su numeri molto elevati - ha sottolineato Dimito - che pensiamo di incrementare proprio in relazione all’incremento dei medici che possono sfruttare multiplativamente la struttura (al San Paolo ci sono due camere operatorie, ndr) e ora si possono fare il doppio degli esami la mattina e c’è anche la possibilità di farne il doppio il pomeriggio. Endoscopia, possiamo dirlo senza falsa modestia, è veramente un fiore all’occhiello. Un reparto che abbiamo fatto noi e devo dire che il direttore generale Giuseppe Quintavalle ci ha dato modo di poterlo realizzare così come noi lo volevamo, secondo le specifiche dirette della Società endoscopica nazionale. La struttura è stata costruita sul modulo preciso dell’endoscopia. Quindi volumi, spazi d’aria, presenza di due sterilizzatrici completamente separate, due strumentari separati e un grosso numero di strumenti endoscopici tutti delle ultime generazioni. Adesso - ha aggiunto Dimito - siamo dotati di pompe di lavaggio e di argon laser su tutte le sezioni (Civitavecchia e Bracciano)».

(18 Gen 2020 - Ore 16:05)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy